LIBRI: La guerra di Troia oltre l’Iliade

Come tutti sappiamo (mi auguro) il testo più famoso che tratta della guerra combattuta tra Achei e Troiani è l’Iliade di Omero. Eppure, con tutti i suoi meriti, questo poema epico non è certamente esaustivo, dal momento che narra solo di una piccola parte del conflitto decennale. Ciò che avvenne prima dell’ira di Achille e dopo la morte di Ettore, inclusa quindi la caduta della città, lo conosciamo solo grazie ad altri testi. Ho pensato qui di analizzarne qualcuno, certo non nella speranza di portarvi davvero a leggerli, ma solo per mio diletto personale. Questo blog è o non è una valvola di sfogo?

Guerra di Troia 01Posthomerica (τὰ μεθ᾿Ὅμηρον)
di Quinto Smirneo (III secolo)

Questo è, davvero, un sequel dell’Iliade. Lo è per un paio di motivi: il primo e principale è che riprende la vicenda esattamente dove l’aveva lasciata Omero, ovvero dalla morte di Ettore; il secondo è che è anch’esso un poema epico in greco, quindi anche stilisticamente è l’erede del predecessore. Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in Libri | Contrassegnato , | 1 commento

FILM: Captain Marvel

Captain Marvel 01Captain Marvel, 2019, Stati Uniti, regia di Anna Boden e Ryan Fleck

Lo so, lo avete già visto tutti. Lo so, ne avete anche scritto abbondantemente. Per questo dell’ultimo film di cui volevo parlarvi questa settimana non farò una vera recensione, ma solo dei commenti a caldo.

Captain Marvel per me è brutto. Ma la cosa peggiore non è tanto il film preso singolarmente, che se visto come opera a sé stante sarebbe rimasto semplicemente un prodotto mediocre di fantascienza di serie B. Il problema è l’impatto che avrà su Endgame la sua protagonista. Io voglio davvero credere che tutto non sarà scadente come viene da temere dopo aver visto Captain Marvel, ma il timore è inevitabile e fortissimo. Continua a leggere

Pubblicato in Film | Contrassegnato , | 6 commenti

FILM: I fratelli Sisters

The Sisters Brothers, 2018, Francia/Spagna/Romania/Stati Uniti/Belgio, regia di Jacques Audiard

sisters brothersOggi vi parlo di un film presentato lo scorso anno alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Si tratta di una commedia western che vede il regista Audiard alle prese per la prima volta con un’opera in lingua inglese. Pur ricevendo il plauso della critica, al botteghino è stato sostanzialmente un fiasco.

La vicenda racconta di due fratelli (il cui cognome, ironicamente, significa “sorelle”) che sostanzialmente svolgono la funzione di cacciatori di taglie per un misterioso e potente individuo noto come il Commodoro. Continua a leggere

Pubblicato in Film | Contrassegnato , , | 1 commento

FILM: Ancora auguri per la tua morte

Happy Death Day 2U, Stati Uniti, 2019, regia di Christopher Landon

Ancora auguri per la tua morte 01Eccoci al secondo appuntamento di questa settimana con i film che ho visto di recente! Anche in questo caso, ecco un prodotto non da un certain regard, ma che non potevo mancare di vedere. Si tratta del sequel di Auguri per la tua morte, che mi aveva piacevolmente colpito. Non credo sia fondamentale aver visto il primo film per capire questo – c’è perfino un riassunto all’inizio – ma senza dubbio è importante per apprezzarlo appieno. Continua a leggere

Pubblicato in Film | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

FILM: Dragon Ball Super: Broly

ドラゴンボールスーパー ブロリ, Giappone, 2018, regia di Tatsuya Nagamine

Broly 01In questa settimana, contrariamente alla mia media di articoli, vorrei parlarvi di una serie di film che ho visto recentemente, molti dei quali non saranno propriamente da cinema d’essai. Partiamo subito con uno di questi: Broly.

Elementi positivi intrinseci al film.
Se dovessi riassumere in una riga questo film, direi così: è un film per tornare bambini ammirando botte ignoranti. Naturalmente la questione è un po’ più complessa, ma credo che la sostanza sia questa: per quanto possa essere accattivante anche per un pubblico più giovane e per i neo-fan di Dragon Ball, la pellicola colpirà senza dubbio di più gli aficionados di vecchia data, quelli come me che sono cresciuti ai tempi delle VHS e hanno già una certa età sulle spalle, quelli che attendevano con esaltazione ogni episodio giorno per giorno. E questo è senza dubbio il suo principale punto di forza. Continua a leggere

Pubblicato in Film | Contrassegnato , , | 2 commenti

LIBRI: Elizabeth Barrett Browning (L’epica al femminile #2)

Tempo fa ho pubblicato un articolo che trattava di poemi epici scritti da donne. Essendo stato apprezzato, ne propongo un altro dedicato ad un’autrice di un certo spessore.
E. B. B. (1806 – 1861) fu una celebre scrittrice della sua epoca, apprezzata anche dai contemporanei e capace di influenzare l’opera di autori come E. A. Poe e Emily Dickinson. Non c’è da stupirsi se le generazioni successive ne hanno fatto un simbolo dell’emancipazione femminile. Ma, al di là della strumentalizzazione della sua figura, fu realmente un’autrice capace e prolifica, la cui opera più nota è, probabilmente, Sonetti dal portoghese. Qui di seguito voglio occuparmi dei poemi epici da lei scritti, tre dei quali molto corti.

Browning (3)La battaglia di Maratona (The Battle of Marathon, 1820)
Che a 14 anni una ragazzina decida che è d’uopo iniziare a scrivere un poema non doveva essere così usuale neppure all’epoca, quando il livello medio di istruzione (perlomeno delle classi abbienti) era probabilmente maggiore di quello attuale. Fatto sta che la fanciulla decise di realizzare un breve componimento relativo al celebre scontro dell’antichità, forse una delle battaglie più importanti della Storia. Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , | 1 commento

LIBRI: Le opere visionarie di Robert Hugh Benson

R. H. Benson (1871-1914) fu un prete anglicano (figlio dell’arcivescovo di Canterbury, per giunta), che si convertì al cattolicesimo e divenne Monsignore. Oltre che all’attività religiosa, si dedicò anche a quella letteraria e, sebbene oggi non sia particolarmente ricordato, a suo tempo ebbe un buon successo. La scrittura faceva parte del suo DNA, forse, dato che anche due suoi fratelli furono autori (ed ebbe pure una sorella egittologa): produsse saggi religiosi, libri per bambini, racconti storici, drammi teatrali e romanzi vari. Di questi ultimi, tre sono probabilmente i più famosi, e sono quelli che andrò a commentare. Si tratta di opere definite “fantapolitiche”, benché questo appellativo si adatti meglio solo alle ultime due.

Benson 01A Mirror of Shalott (1907)
Un gruppo di persone, perlopiù religiosi, si riunisce in Vaticano decidendo di raccontare ciascuna, a turno, una storia a cui ha assistito che riguardi elementi soprannaturali o inspiegabili. Una sorta di Canterbury Tales o Decameron, insomma, ma molto più breve. Le vicende narrate si mantengono su un buon livello di intrattenimento. Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , | 2 commenti