LIBRO E FILM: La distruzione di Rjazan’

Durante l’invasione delle steppe dell’Asia centrale e dell’Europa orientale da parte dell’Orda d’Oro mongola, uno degli eventi che più colpiscono ancora oggi l’immaginario russo è la distruzione della cittadina di Rjazan’. Avvenuta nel 1237, è vista come un simbolo della debolezza del popolo russo quando diviso, ma anche come segno della sua forze morale e militare. Ho letto un poema che tratta specificamente questo argomento e ho poi scoperto che l’anno scorso è uscito un film ad esso ispirato, che non potevo lasciarmi sfuggire.

Rjazan' 01Pianto sulla distruzione di Rjazan’ 
Il testo è una sorta di poema epico/religioso/militare che narra appunto dell’assedio della città di Rjazan’ da parte dei mongoli, che la espugnarono e rasero al suolo, facendo strage degli abitanti. I manoscritti più antichi reperiti risalgono al XVIII secolo, ma il materiale a cui attingono è preesistente. L’opera si compone di più parti: oltre a quella focale, la campagna militare del sovrano mongolo Batu Khan, sono presenti anche la storia dell’icona di S. Nicola di Zarazsk, elogi dei principi russi, momenti di rivalsa militare. Il libro è complessivamente piuttosto corto e molto veloce da leggere. Presenta affinità con il famoso (in Russia, almeno) Canto dell’impresa di Igor’, in quanto parla del sacrificio di eroici nobili, delle invasioni straniere e dell’importanza dell’unità del popolo russo contro il nemico. Nemico che è ovviamente pagano, spietato, atroce, disumano (le ultime caratteristiche discendono naturalmente dalla prima). L’elemento religioso è molto marcato, i mongoli sono visti come una punizione divina, ma al tempo stesso come creature abominevoli per via della loro mancanza di fede e della loro crudeltà. Ho apprezzato particolarmente l’enfasi e il dramma che traspaiono dalle righe del testo, ma chiaramente bisogna comprendere e accettare il contesto patriottico.

Giacquero sulla terra nuda
sull’erba della steppa
periron per la neve e il gelo
da nessuno accuditi

I loro corpi divorati dalle fiere
fatti a brani da un’infinità di uccelli

Tutti giacquero infatti
e perirono insieme
e bevvero
la stessa coppa della morte.


Rjazan' 02Furious
(Легенда о Коловрате, 2017, Russia, regia di Ivan Shurkhovetskiy)
Il film, che tratta come dicevo lo stesso argomento, si concentra sulla figura di Evpatij Kolovrat, nobile e comandante militare russo, che dopo la distruzione della sua città si dedica ad una vendetta contro i mongoli, guidando un manipolo di uomini in incursioni e missioni di disturbo. Nel poema tale personaggio è presente e descritto eroicamente, ma occupa uno spazio tutto sommato ridotto, mentre nel film è un vero e proprio protagonista. L’idea dei pochi che affrontano i molti esercita sempre un certo fascino sullo spettatore, e lo fa anche di più se nel contempo si esalta il proprio spirito patriottico. Sì, perché Furious (o La leggenda di Kolovrat, come andrebbe correttamente tradotto) è un’esaltazione della Russia e del suo popolo, con tanto di orso, il simbolo del Paese, che si batte contro i nemici mongoli accanto agli uomini di Kolovrat. Il film intrattiene bene, ma è abbastanza smaccato nel suo sciovinismo che, se pure è una cosa che a me non dispiace nei film, anzi mi diverte, so essere fastidiosa per molti spettatori. I mongoli, anche se forse non bestiali e spietati come nel libro, sono comunque visti negativamente, e il loro capo Batu Khan è un effeminato come il Serse di 300… e le affinità con questa pellicola sono davvero molte, soprattutto nel finale. Quello che reputo invece un vero punto debole è la CGI, troppo marcata, che dà a volte quasi l’idea di guardare un videogioco, pur non trattandosi di un film d’animazione.

Rjazan' 03

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film, Libri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.