TOP10 FILM: Sparatorie e duelli

Il genere western è famoso per tutta una serie di elementi, che hanno un certo fascino sullo spettatore. I più ricercati e raffinati possono ammirare le tematiche sociali, la psicologia dei personaggi, l’analisi dell’impatto che la cultura della frontiera ha sulla società odierna. Ma ci si può tranquillamente limitare ai dollari, al whisky, all’oro, al bestiame, agli indiani. E comunque, bello tutto, eh, ma diciamocelo: stringi stringi ciò che lo spettatore attende sono le sparatorie, in fondo. L’acme e il clou della vicenda, quando tutto viene messo da parte tranne una giustizia sommaria. Può non piacere ammetterlo, ma non è un po’ così, dopo tutto?
Ecco quindi una mia classifica di dieci sparatorie/duelli che trovo particolarmente azzeccati e riusciti, ciascuna con le sue peculiarità. Inutile dire che è tutto SPOILER. Avete visto qualcuno di questi film?

Mezzogiorno di fuoco (High Noon, 1952)
Il bello di questo duello è anche ciò che ci sta dietro. Tutto il film, che si svolge “in tempo reale”, non è che una preparazione agli ultimi minuti.

Il buono, il brutto, il cattivo (id., 1966)
L’elemento innovativo del “triello”, introdotto da Sergio Leone, è giustamente ricordato come uno dei momenti più alti del cinema, carico di tensione, con attenzione estrema ai primissimi piani e perfetta colonna sonora. Per chi se lo fosse lasciato sfuggire – non so come – eccolo.

C’era una volta il West (id., 1968)
Un duello che avviene, a differenza del solito, a inizio film, dopo che i contendenti sono stati introdotti da una lunga scena muta, che esaspera l’attenzione ai dettagli ed amplifica la tensione con tempi dilatati.

Butch Cassidy (Butch Cassidy and the Sundance Kid, 1969)
Un gran film, carico di azione e ironia, ma capace di commuovere nel finale. Non ho trovato un video valido con tutta la sparatoria, ma spero trapeli lo stesso un po’ del suo fascino.

Il Grinta (True Grit, 1969)
Entrambe le versioni di questo film offrono una buona resa dell’improbabile scontro finale, con personaggi che si sfidano in sella ai cavalli, l’eroe con le redini tra i denti. La versione più vecchia, con John Wayne, è se possibile ancora più inverosimile, ma lo spettacolo non manca. Purtroppo ho trovato solo questo video scarso con scritte e spezzoni a caso prima della sparatoria.

Il mucchio selvaggio (The Wild Bunch, 1969)
Una delle più lunghe e intense scene di scontro finale nella storia del cinema, con una vera e propria mattanza senza esclusione di colpi. Se ne parla più approfonditamente qui.

Il pistolero (The Shootist, 1976)
Bel film che vede John Wayne alla sua ultima interpretazione: malato di cancro nella realtà e nella finzione, ci offre un duello finale che ha il sapore crepuscolare che permea tutta la pellicola. Celebre perché il protagonista si reca al luogo dello scontro in tram, segno dei tempi che sono cambiati.

Young Guns – Giovani pistole (Young Guns, 1988)
Versione piuttosto tamarra della storia di Billy the Kid e della guerra del bestiame, con un lungo scontro con le forze dell’ordine anticipato da una scena di assedio che ben rende la claustrofobia e la disperazione di chi è intrappolato in una casa in fiamme. Gustatene uno spezzone.

Tombstone (id., 1993)
La sparatoria all’O.K. Corral è così famosa da essere entrata nell’immaginario collettivo e ormai è difficile distinguere i fatti dall’invenzione. Una delle sue versioni meglio riuscite è per me quella proposta dal regista Cosmatos, con un quartetto di attori niente male ad interpretate i fratelli Earp e Doc Holliday, che sfidano il clan dei Clanton.

Quel treno per Yuma (3:10 to Yuma, 2007)
Entrambe le versioni di questo film offrono una bella scena finale di guerriglia urbana, se così si può definire, dove il buono e il cattivo redento fronteggiano la gang di quest’ultimo, senza esclusione di colpi. La resa, nella versione di James Mangold, è efficace e coinvolgente. Qui ne vedete uno spezzone.

In conclusione, segnalo inoltre
Open Range – Terra di confine (2003) per il suo realismo nel rendere le sparatorie. “Ma non fanno mai centro?” verrebbe da pensare. E la risposta è “Molto raramente, perché nella realtà era così, in effetti”.

Hostiles – Ostili (2017), che ho visto solo una volta al cinema, ma di cui ho un buon ricordo per quanto riguarda l’ultimo scontro affrontato dai protagonisti. Solo il tempo dirà se è davvero meritevole.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film, Top10 e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a TOP10 FILM: Sparatorie e duelli

  1. Lucy the Wombat ha detto:

    Sono su un treno con pochissimo campo e non riesco a guardare i video, ma il post è molto bello anche così 😊

    Piace a 1 persona

  2. GramonHill ha detto:

    Se segui il mio blog saprai che io coi western ci vado a nozze.
    Per quanto riguarda la celebre sparatoria all’ Ok Corral sono stati tratti numerosi film. Tu hai citato Tombstone che è un bel film con un grande cast. Però io preferisco Wyatt Earp con Kevin Costner, l’hai visto? È un film che ha avuto la sfortuna di uscire poco dopo Tombstone e quindi non è riuscito a ripeterne il successo. Ed è un peccato perché è un film grandioso.
    Complimenti per il bel post.

    Piace a 1 persona

    • Aussie Mazz ha detto:

      Ho visto il film con Costner, e in effetti è probabilmente un po’ sottovalutato, però credo di aver preferito la resa della sparatoria in “Tombstone”. 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.