LIBRI: Idilli del re

di Alfred Tennyson

Idylls of the KingIdylls of the King (1859-1885) è una raccolta di dodici poemi che riprendono le vicende di Artù e dei suoi cavalieri. Scritto in piena epoca romantica, il libro affonda le sue radici nei miti del passato, che ripropone attingendo a piene mani dalla materia di Britannia e in particolare da La Morte d’Arthur di Mallory.
Artù è un personaggio che, nel corso dei secoli, ha saputo mantenere viva l’attenzione su di sé. Oltre infatti alle opere che possono considerarsi in un certo senso quelle “originali” della materia, che culminano e terminano con lo stesso Mallory, il sovrano di Camelot ha visto una successiva massiccia riproposizione poetica e non solo. Lo stesso osceno film King Arthur – Il potere della spada, che doveva essere il primo di una esalogia, ne è la prova.
Ciò è possibile grazie al fatto che la materia di Britannia è ricca di personaggi carismatici ed eventi che, se adeguatamente sfruttati, possono offrire un valido intrattenimento ancora oggi.
Lord Tennyson fa un buon lavoro. Non intesse quello che può definirsi un capolavoro assoluto della letteratura, ma recupera sapientemente il materiale a disposizione offrendoci alcuni degli episodi più significativi: il matrimonio e il tradimento di Ginevra, la ricerca del Graal, la morte del re…
Alcuni degli “idilli” che ho trovato meglio realizzati e più capaci di rendere le emozioni dei personaggi sono, curiosamente, quelli che trattano argomenti o cavalieri “minori”. Ad esempio, Pelleas e Ettarre.
Idylls of the King 2Molto marcati sono i richiami ad una morale, a dei valori e ad un onore che non esistono più, ad un’epoca di perfezione che Artù ha cercato di ricreare, ma che le meschinità degli uomini hanno reso impossibile. Mette tristezza identificarsi con questo sovrano, che ha donato tanto al Paese e ne ha ricevuto quasi solo ingiustizie e tradimenti.
Pur con alcune significative divergenze rispetto a quanto solitamente riportato (ma ogni autore della materia ha rielaborato le vicende a proprio piacimento), Tennyson si mantiene piuttosto fedele a Mallory e ai suoi predecessori. Il focus non è tanto sulle battaglie e i duelli – e forse difetta un po’ quanto ad azione, in genere risolta sbrigativamente – quanto sul dramma e i rapporti tra personaggi. Il risultato complessivo è buono e senza dubbio non sfigura accanto ad alcuni illustri rappresentanti del genere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...