FILM: In a Valley of Violence

In a Valley of Violence, Stati Uniti d’America, 2016, regia di Ti West

in-a-valley-of-violenceTra i vari western usciti quest’anno (e non sono neppure pochi, anche considerando solo quelli con un cast leggermente di spessore), c’è stato anche questo, uscito nelle sale americane in ottobre e che ha ricevuto valutazioni disparate.
Mi è parso di notare che negli ultimi tempi i registi e gli sceneggiatori abbiano spesso deciso di seguire una di queste due strade, quando hanno messo le mani su un film western: realizzare qualcosa di estremamente classico e perfettamente rientrante nel genere (come “Forsaken“), oppure stravolgere i canoni – o almeno provarci – e offrire qualcosa di volutamente fuori dal coro (inevitabile pensare a Tarantino). “In a Valley of Violence” rientra perfettamente nella prima categoria.
E’ una classica storia western, come se il film fosse stato girato prendendo in mano un manuale su come ripescare i temi e le storie dell’epoca d’oro del genere (o, per meglio dire, della parte finale della sua epoca d’oro).
A me è piaciuto. Insomma, non posso certo dire che brilli per originalità, ma sicuramente centra perfettamente l’obiettivo di offrire un prodotto che rimandi ai classici del western e azzarderei, dello spaghetti western. Pur riuscendo a prevedere buona parte della storia, non mi sono annoiato praticamente mai e ritengo che, se non proprio a coinvolgere, il prodotto riesca a non stancare.
Il cast fa un buon lavoro: da un Ethan Hawke convincente soprattutto in alcune scene e piuttosto abile nell’interpretare il classico “uomo senza nome”, ad un John Travolta capace di stupire; da una Taissa Farmiga per nulla spaesata in un genere a lei nuovo, ad un James Ransone piuttosto efficace nell’interpretare un altro grande habitué tra i personaggi-tipo, passando per una secondaria ma valida Karen Gillan.
Ritengo che sia il film perfetto per chi voglia vedere un classico western ma non ama i film datati, per un motivo o per l’altro. Limitandomi ad un confronto con altre pellicole di genere uscite nel 2016, personalmente lo pongo sopra a “Jane Got a Gun” e “The Duel”, ma sotto a “I magnifici sette“.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.