FILM: Doctor Strange

Doctor Strange, Stati Uniti d’America, 2016, regia di Scott Derrickson

dr-strangeInizialmente non avevo intenzione di scrivere qualcosa su questo film, perché penso che – dato quanto è gettonato da ben prima che uscisse nelle sale – ormai sia stato detto tutto. Poi però ho pensato che ignorarlo completamente non sarebbe stato doveroso, soprattutto dopo che già in passato ho recensito film di supereroi.
Un motivo di esitazione è stato il fatto che il mio parere si discosta da quello della maggioranza dei recensori. Se è vero che questi ultimi in genere risentono di un certo livello di partigianeria pro-Marvel, tante recensioni positive non possono essere attribuite solo a questo fattore. 
Dal canto mio, non posso dire di averlo trovato un brutto film. Semplicemente, non un film eccelso, anche limitandosi a quelli a tema “supereroistico”. Di positivo, senza dubbio, ci sono due cose, secondo la mia modesta opinione. La prima è la recitazioni di Benedict Cumberbatch nel ruolo del mago che dà il titolo alla pellicola. Si evince chiaramente l’impegno profuso dall’attore in un “ambiente” che non è propriamente il suo e penso di poter dire che il risultato finale è quanto mai positivo. Il secondo aspetto degno di nota sono gli effetti speciali. Sono stati elogiati in ogni modo possibile e devo ammettere che effettivamente sono ben realizzati, riuscendo a non essere pesanti pur essendo onnipresenti.
Il punto debole, a mio avviso, è la trama. Personalmente non ho riscontrato quell’originalità che è stata elogiata da quasi ogni recensore. Forse, se ci limitiamo alle produzioni Marvel degli ultimi quindici anni, può effettivamente ritenersi un prodotto diverso dagli altri, nel senso che è prevalente l’elemento fantasy/magico su quello fantascientifico/tecnologico. Ma niente di più.
Mentre lo vedevo, il film mi ha trasmesso una sensazione di già visto (e un po’ anche di prevedibilità) che è durata per quasi tutti i 115 minuti. Insomma, non credo si possa onestamente affermare che un tizio che ha perso la propria strada e si reca in un monastero orientale, dove scopre poteri insospettabili al di là della scienza ufficiale, sia una trovata inedita. Non dico che sia una brutta storia, dico solo che se ne sono già viste.
In pratica, questo “Doctor Strange” non è riuscito a conquistarmi come ha fatto con quasi chiunque e mi viene inevitabile pensare che la colpa sia mia. Mi sarebbe piaciuto vedere un maggior approfondimento della vita del protagonista e un maggiore soffermarsi sul difficile passaggio tra il “prima” e il “dopo”. Ma probabilmente non ce n’era il tempo e non è quel tipo di film. Ripeto, non lo trovo brutto, ma neppure nell’Olimpo delle produzioni recenti.
Una nota di merito, comunque, va alla sempre presente capacità di creare un continuum nell’universo cinematografico Marvel, con ripetuti collegamenti tra i vari “episodi” della mega-saga degli Avengers.
In conclusione, è un film che consiglio? Bè, se siete soliti vedere (e magari pure amare) Ironman, Captain America, i Guardiani della Galassia, ecc., penso che non possiate farne a meno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a FILM: Doctor Strange

  1. Pingback: FILM: Thor: Ragnarok | Delirium Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.