LIBRI: A Cycle of the West

di John G. Neihardt

Cycle of the WestTratto nuovamente di epica novecentesca, per mostrare ancora un po’ come il genere abbia cercato di evolversi con il passare del tempo, andando a esplorare nuovi temi. Essendo un poema che riguarda la storia della frontiera americana, questo libro dovrebbe essere, per me, piuttosto vicino all’apice per quanta riguarda la produzione editoriale mondiale.E in effetti, quando l’ho scoperto, ho percepito chiaramente un brivido di emozione. Poi si sa, le aspettative esagerate portano a qualche delusione e devo dire che non ho trovato quest’opera quell’apoteosi che avevo sperato. Nondimeno, si tratta di un libro di indubbio pregio.
Neihardt, più famoso in Italia per “Alce Nero parla”, ripercorre in cinque canzoni la storia epica dell’esplorazione e conquista del territorio americano, concentrandosi in particolare su trapper e mountain-men (le prime tre canzoni) e guerre indiane (le ultime due). Personalmente ho apprezzato soprattutto “A Song of the Messiah”, che riguarda il massacro di Wounded Knee. Se il mio inglese fosse migliore di quanto effettivamente è, probabilmente avrei apprezzato di più questo libro, cogliendo meglio significati, sfumature e virtuosismi lessicali e fonetici.
P.S. La seconda canzone riguarda Hugh Glass, reso celebre dal film “Revenant – Redivivo“.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.