FILM: Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della forza

Star Wars Episode VII: The Force Awakens, Stati Uniti d’America, 2015, regia di J. J. Abrams

Star Wars VII.jpgEbbene sì, anch’io sono andato a vedere questo film così di massa. Con un po’ di ritardo, riporto la mia recensione, se così si può chiamare. Premetto che non sono un fan della saga, quindi sono fuori dall’esaltata attesa di un grande ritorno, così come da profonde delusioni per speranze tradite. Ritengo che Star Wars sia un franchising originale che offre molti spunti e che la prima trilogia sia stata carina, mentre quella prequel la reputo piuttosto deludente, in particolare il primo episodio (gli spin-off, infine, è meglio che rimangano nel loro oblio).
La recensione non contiene spoiler in senso stretto, ma comunque considerazioni su scelte registiche, narrative, di trama, ecc., sono presenti.

La storia fatica un po’ ad ingranare e, nei primi quindici minuti, ho temuto il peggio. Per fortuna poi prende il via e riesce a non annoiare fino alla fine.
I nuovi personaggi sono carini e anche piuttosto credibili, tranne quello interpretato da Oscar Isaac che non so perché mi sta sulle palle. Nessuno di loro emerge particolarmente o induce ad applausi sfegatati, ma nondimeno non lasciano neppure indifferenti od ostili. Il ritorno delle vecchie glorie è ben gestito e immagino l’esaltazione dei fan quando Han Solo e Chewbacca fanno il loro ingresso.
La storia sa un po’ di copia della prima trilogia, sebbene ci sia stato un buon tentativo di introdurre delle doverose differenze. Il cattivo è una brutta versione di Darth Vader – almeno per ora – ma nonostante questo non è esattamente un plagio. Gli autori si sono premurati di dargli una sua caratterizzazione. L’unica vera pecca è la sua faccia, che trovo davvero da schiaffi. Un altro attore non c’era?
Le scene di azione riescono a essere numerose senza tuttavia risultare pesanti o ripetitive. Nel complesso non mancano le ingenuità e le curiose e fortuite quanto utili coincidenze, altro elemento in comune con la trilogia originale, che però possono perdonarsi se si considera che non si sta comunque guardando un film che ambisce al realismo.
Non è molto chiaro, secondo me, il rapporto di forze nell’universo in questa fase. Non si capisce, in particolare, quanto i cattivi siano potenti attualmente e quanto fossero stati danneggiati alla fine dell’episodio VI. Inoltre, perché la Resistenza continua a chiamarsi così se al termine della vecchia trilogia aveva vinto la guerra? In teoria la Resistenza ora dovrebbero essere i cattivi, in un certo senso.
Spettacolare – giustamente, al giorno d’oggi – l’uso degli effetti speciali, che riescono a non risultare troppo pesanti.
Questa trilogia ha la possibilità di mostrare cosa sarebbe stato possibile fare della prima con le tecniche di oggi. A mio avviso, in questo episodio VII è riuscita a non deludere troppo le aspettative e ci sono tutte le potenzialità per una serie nel complesso riuscita.
Per concludere, confermo che per me Chewbacca rimane il migliore.

P.S. Non è che poi alla fine Rey è la figlia di Luke? Spero proprio di no, eh.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.